lunedì 14 novembre 2011

CASTELLETTO TICINO FICTION: AUTOPSIA AI RIFIUTI


Il cittadino che è una persona umana fatta di carne ed ossa, capace di provare emozioni e sentimenti, di essere in grado di apprendere nuove informazioni e dunque di migliorare, essendo l'uomo non un cane legato a una catena in attesa perpetua del suo padrone, dunque mi chiedo come sia ancora oggi possibile essere oggetto, e non soggetto tutelato, della giurusprudenza e nella fattispecie, di alcune stravaganti, poco trasparenti e truffaldine ordinanze comunali, sfornate al mattino per necessità di cassa. Tutta quella gente inserita all'interno dell'organigramma comunale, ma che fa? In quel posto vorrebbero andarci tutti per il fatto di guadagnare uno stipendio fisso e di non sgobbare più di tanto, soprattutto non ci sono rischi: fifoni e ladri! Bisognerebbe mandare i vigili urbani o polizia municipale (chiamarli poliziotti è blasfemo oltre a disonorare i veri funzionari di polizia,


i quali quotidianamente svolgono un lavoro di prevenzione, intervento, accertamento e repressione di reati; perciò li chiamerò semplicemene vigili) a fare i Vigili del fuoco così capirebbero cosa significa rischiare la vita tutti i giorni e farlo perché si ha nel cuore.

Comunque il punto è che anche il comune di Castelletto Ticino ha deciso di partecipare all'affaire immondizia, cioè come arricchirsi sull'immondizia altrui, ovviamente non adottando la modalità campana, ma in maniera ancora più subdola, cioè sfruttando le conseguenze del fenomeno criminale di stampo camorristico. Come si può pensare di riuscire a sconfiggere il criminale se il suo avversario è un delinquente? Alla fine chi paga i danni di questa finta lotta tra il padre criminale e il figlio delinquente è il popolo, le persone che vivono normalmente e la loro unica colpa è quella di non far parte delle due categorie predette; proprio come in una guerra dove le vittime sono sempre civili o soldati costretti, perché senza alternative.

A mio parere i Comuni dovrebbero tutelare il patrimonio territoriale e il patrimonio umano ma a quanto pare di questo non gli importa molto, anzi nulla a giudicare di come siamo messi cioé male, ma questo l'avevo già annotato, perciò non mi ripeterò.

La cosa più assurda è che è tutto vero e non è una storia inventata, farebbe anche ridere se non fosse così triste e patetica.

Sono d'accordo sul fatto che il dovere di ogni cittadino sia anche quello di fare questa sacra e santa raccolta differenziata ma arrivare al punto di procedere con l'esame autoptico ai rifiuti... ecco questo mi pare uno dei tanti modi per mantenere e non risolvere il problema, perché solo agendo sull'origine e significato dei problemi si può addivenire a tante possibili soluzioni; dunque sostituire la parola MANTENERE con EDUCAZIONE e INFORMAZIONE a tutti a partire dalle scuole perché i bambini fanno quello che fanno gli adulti e i bambini diventano adulti e oggi non vogliamo che domani ci siano tante brutte copie di adulti di oggi.

Per fare questo occorre programmare un vero e proprio progetto d'intervento o più progetti integrati fra loro, occorre principalmente una grande riforma universale.

Mente e corpo sono inscindibili. Per avere un fucile bisogna avere il porto d'armi e con quello puoi sparare e uccidere come accadeva nella Germania nazista; oggi la forma è cambiata ma la sostanza è la stessa, si utilizza l'arma psicologica per distruggere un popolo e la politica di oggi sta facendo esattamente questo.

Lo spionaggio dei bidoni è un'operazione antiliberale, un'intrusione della privacy, i rifiuti raccontano la nostra quotidianità, rivelano le nostre abitudini e non è affatto normale quello che sta accadendo. Il controllo della spazzatura è anticostituzionale perché non permette ai cittadini di difendersi, la difesa è un diritto costituzionalmente garantito. L'attività ispettiva viene compiuta da agenti accertatori, gente che deve essere assunta e pagata in modo regolare dall'azienda municipale pagati dallo Stato cioè da noi.

Credavamo di andare avanti invece erano solo capriole. Si esercita il potere senza alcun rispetto per la democrazia; siamo davvero inseriti in una Repubblica democratica?, l'Italia è veramente unita o l'abbiamo solo studiato a scuola? Perché l'Europa ci ha tradito? La Svizzera che è il cuore dell'Europa perché ha capito l'inganno e gli altri Stati si sono comportati come pecoroni al pascolo? E poi, cosa significa "politically correct"?


Monica Vaccari

4 commenti:

  1. Altro bell'articolo.

    Ciao Monica !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Premesso che ogni figura professionale ha la sua dignità lavorativa, se il controllo dei rifiuti viene fatto è perchè :

      - è possibile farlo
      - viene effettuato perchè ci sono i soliti furbetti che fanno a gara per fare far meno fatica

      un pò come chi evade il fisco e poi vuol far il paladino dei corretti

      Elimina
  2. "Tutta quella gente inserita all'interno dell'organigramma comunale, ma che fa? In quel posto vorrebbero andarci tutti per il fatto di guadagnare uno stipendio fisso e di non sgobbare più di tanto, soprattutto non ci sono rischi: fifoni e ladri!"

    Scusa Vaccari, ma per criticare tanto...tu cosa fai nella vita?

    Mi sembra, quantomeno irrispettoso, far di tutta l'erba un fascio.

    RispondiElimina
  3. Hai il dente avvelenato contro la Polizia Municipale. Non devi permettere che le tue delusioni in campo amoroso confluiscano nelle tue capacità di analisi fino ad offuscarle.

    RispondiElimina